PHOTO and VIDEO software and equipment

YouTube Facebook Instagram Twitter Pinterest eMail
For up to £250 Bonus for sports, use our exclusive bet365 Bonus www.abonuscode.co.uk Claim your bonus and start betting at bet365 now.

Tutorial Lightroom CC - #4 ISTOGRAMMA

Eccoci a un altro Tutorial su Photoshop Lightroom. Con il video di oggi iniziamo a mettere le mani sulle fotografie, e a scoprire gli strumenti che ci mette a disposizione il programma parlando dell’Istogramma.

DOWNLOAD IMMAGINE ESEMPIO IN DNG

Troviamo l’istogramma sia nell'ambiente di lavoro Libreria, sia in quello Sviluppo, anche se è poi nell'ambiente di lavoro Sviluppo che l’istogramma diventa uno strumento utilissimo per recuperare errori commessi durante lo scatto.

Molti ignorano completamente questo grafico ma in realtà, visto che si tratta di una rappresentazione scientifica dell'immagine, può diventare uno strumento veramente utile da affiancare alla nostra percezione visiva. 

Il concetto è molto semplice: quando nel grafico c'è un'assenza di informazioni ai due estremi, vuol dire che c'è un basso contrasto; una pronunciata accentuazione del grafico verso destra rappresenta una sovraesposizione della foto; un grafico sbilanciato a sinistra rappresenta, invece, una sottoesposizione.

L'istogramma è un grafico che in parole povere, consente la visualizzazione del rapporto di bilanciamento tra luci, mezzitoni e ombre.

Il grafico è rappresentato da diverse colorazioni; queste indicano la presenza dei canali RGB composti dal rosso, dal verde e dal blu. Sono presenti anche delle zone di grigio, ciano, magenta e giallo che appartengono al metodo CMYK.

Sotto il grafico, come già accennato nel tutorial dedicato all’interfaccia, troviamo i dati tecnici dello scatto: la sensibilità ISO, la lunghezza focale, l'apertura e il tempo di scatto. Questi dati sappiamo che vengono presi dai metadati presenti nella foto.


Usare l'istogramma

Passando con il mouse sull’istogramma, compare una descrizione della zona evidenziata (Neri, Ombre, Esposizione, Luci e Bianchi).

Le zone indicate sull’istogramma corrispondono ai 5 omonimi cursori del pannello base, legati alle regolazioni tonali e il valore mostrato a destra è esattamente il valore impostato sul cursore. Puoi infatti tenere premuto il pulsante del mouse  e trascinare per effettuare una regolazione del cursore direttamente dall’istogramma.

I due triangoli negli angoli superiori dell’istogramma rappresentano i cosiddetti avvisi per alte e basse luci. Normalmente sono spenti ma, quando i toni superano i limiti riproducibili e il grafico straripa ai lati, si illuminano a indicare una perdita di informazione. Cliccando su questi triangoli, verranno evidenziati all’interno dell’immagine i pixel troppo scuri, in blu, e quelli troppo chiari, in rosso. I primi risulteranno completamente neri, i secondi completamente bianchi; nessuno dei due potrà quindi contenere alcuna sfumatura né alcun dettaglio.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna